TvBlog, il miglior modo per non vedere certa televisione

Domani riprende la rubrica di tv sull’Opinione, con un pezzo sul blog di Blogo dedicato alla tv. Domani in edicola, nelle solite pagine di Punto.it.

Chi si occupi di televisione da spettatore semi-professionista, quanto da critico amatore (figure che arrivano facilmente a coincidere nell’80% degli italiani), è almeno un anno e mezzo che non può fare a meno di occuparsi, di tanto in tanto, anche di www.tvblog.it, probabilmente uno dei blog più letti in Italia, e sicuramente quello più influente sul tema della tv.

Viene tenuto in vita, post dopo post, commento dopo commento, dai giovani editori online di Blogo.it, insieme a una collana molto ben nutrita di altri blog tematici su tutto il postabile, range di argomenti che spesso si trova a superare di gran lunga il tradizionale scibile umano. Per alcuni lettori, non è altro che uno dei pochi modi davvero efficaci di poter parlare di uno dei quindici-venti programmi italiani realmente inguardabili, senza averlo mai visto, ma dando addirittura l’impressione di averlo cominciato a vedere e aver poi cambiato immediatamente canale, ma con cognizione di causa.

Per gli altri, la maggior parte dei lettori, a dire il vero, TvBlog è diventato ben presto un vero punto di riferimento per leggere idee libere e spesso argomentate su temi che avrebbero paura a trattare anche parlandone con un animale domestico di piccola taglia o media taglia.
Fra i tanti, tre sono i collaboratori di cui questo blog che tutta Europa ci invidierebbe, se sapesse l’italiano, può concretamente vantarsi: il grande Italo Moscati, Francesca Camerino.

Moscati – a dispetto del fatto che, per il suo ovvio prestigio di sceneggiatore, autore, scrittore di lungo corso – è l’unico dei blogger che può permettersi di postare gli articoli meno formattati in assoluto: spazi di troppo, assenza di punteggiatura o punteggiatura folle, e non ricevere neanche un commento perfido a riguardo, nemmeno dall’utenza più perditempo, la stessa che riprende i poveri comuni mortali fra i collaboratori dello stesso blog quando sbagliano un segno vocalico nel nome di una candidata velina, pure se data per spacciata.

Nonostante questo, Moscati riesce a produrre delle immagini letterarie molto suggestive o originali sulla decadenza della televisione italiana, di quelle che lasciano il segno e dopo le quali andrebbe quantomeno raccomandato a tutti di non cercare di ripeterle in casa propria. Ultimamente, ha colpito molto quella più intensa del post di Natale: “Insomma, la stagione degli escrementi non finisce. I ventilatori funzionano a pieno regime anche se fa fredduccio. La materia si sparge, schizza, arriva dovunque, affiora orgogliando da ogni parte, i water esplodono dentro il piccolo schermo”.

Francesca Camerino, invece, stupisce in senso del tutto buono, senza equivoci: è forse una delle più competenti, puntuali e attive blogger italiane in materia di cartoni animati televisivi. Appassionatissima anche di marchandising legato alle varie serie animate di cui scrive, è una delle letture must anche su uno dei blog più perversi di Blogo: http://www.toysblog.it, dedicato interamente a notizie e recensioni su giocattoli.

Una menzione d’onore a Massy il vignettista, uno degli ultimi arrivati nella squadra, ma già apprezzatissimo per la rapidità con cui tocca il cuore della tv con pochi tratti e ancora meno parole, e una di perplessità all’angolo di Malaparte, la raccolta degli editoriali del fondatore del blog. Molti “direttori” hanno spesso il dovere di rinunciare a parte della loro personalità, per valorizzare il lavoro di squadra. Ma quando è troppo, è troppo.

1 Response to “TvBlog, il miglior modo per non vedere certa televisione”


  1. 1 italo moscati gennaio 10, 2008 alle 11:23 pm

    Accetto tutto, critiche e complimenti, evidentemente io sono in modo del tutto spontaneo contro ogni formattazione…ma siccome voglio rientrare nell’ordine, prometto che farò tesoro dei consigli… intanto ,se volete, potete andare su “Tv blog” e vedere il “Tv Blog Awards”, individuare la categoria “migliore programma culturale” e votare il mio programma “Viziati 2”, per il quale ho preso critiche ed elogi, come mi capita spesso…se votate “Viziati 2” il mio impegno aumenterà…intanto invito tutti il 23 gennaio, mercoledì, alle 20.30 al Cinena Trevi di Roma, via del Puttarello 25, dove la Cineteca nazionale presenterà il film doc “Non solo voce- Trent’anni dalla morte di Maria Callas”, di chi? venite a scoprirlo…grazie…
    (forse ho messo troppo puntini…)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Contatti

Potete scrivermi qui

Feed

Twitter

Badges

Blogarama - The Blog Directory Arts & Entertainment Blogs - BlogCatalog Blog Directory Sfondi Desktop Gratis per  Vista sfondo desktop

Mi avete fatto

  • 254,196 visite

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: