Cosa adoriamo di Pino Strabioli

pino strabioli

Domani scrivo nella solita rubrica sul giornale che sapete del grande e poco visto Pino Strabioli. Per fortuna che almeno lui ne vede, di cose: al teatro, al cinema, e ovunque, dove uno meno se l’aspetta.

Se c’è una cosa che non si può non adorare di Pino Strabioli, oltre al fatto che conduce uno dei piccoli eccezionali programmi meno visti della nostra televisione, è il rapporto che manda avanti col pianista di studio, Leo Sanfelice. Sono uno straordinario duo comico, che forse non potrebbe essere valorizzato maggiormente da una trasmissione anche solo leggermente più mainstream, perché vive di un mondo di tempi e ritmi tutto suo, creato nel tempo, e mantenuto con la grazia di chi si diverte lavorando e non si dimentica mai né che si sta divertendo né che sa lavorando.

Cominciamo bene Prima (la prima parte, appunto, dei Cominciamo bene che ogni mattino Rai Tre ci trasmette) è così: o lo si ama o si fa finta di non guardarlo, mentre si fa colazione tardi o si è uno studente di ogni ordine e grado a casa malato.
Certo, forse non è il caso che sia realmente Pino a recitare le opere poetiche che ci pone spesso come esergo per le sue puntate. Non veste estremamente sobrio, e per giunta lo vediamo spesso appena svegli, se abbiamo naturalmente la fortuna di fare o non fare un lavoro che ci permette di vederlo effettivamente. Dice un po’ troppo spesso “per la regia di” perché possiamo credere in toto al suo senso dell’umorismo quando parla col suddetto pianista.

Ma Pino è un conduttore sincero, che tratta nella sua trasmissione di qualcosa che non solo conosce, ma che perfino ama: il buon teatro di prosa di una volta, quando viene proposto anche oggi, e non è anacronistico né con Michelle Hunziker o Manuela Arcuri. Senza dimenticare rievocazioni semi-spiritiche di grandi interpreti di sceneggiati televisivi Rai del passato, e di brani che hanno fatto il passato remoto della grande tradizione della canzone italiana.
E’ il Paolo Limiti dei più piccini, anche se tratta delle stesse epoche, con quella particolare forma di nostalgia che si prova solo per le cose per cui, per motivi cronologici, non si può tecnicamente chiamare nostalgia, ma più che altro perversione per Nilla Pizzi.

Negli ultimi tempi, spesso puntate intere sono dedicate alla riscoperta di uno sceneggiato girato e interpretato benissimo, di quelli che ci fanno domandare, ed era il caso di farlo davvero, come sia possibile non solo che la gente veda certe fiction recenti (prima fra tutte, non dimentichiamo mai Guerra e Pace con Alessio Boni), ma anche come sia possibile che vengano girate e sponsorizzate.

Poi, ci ricordiamo quanto ascolto fa Strabioli anche al mattino – così di nicchia, se vogliamo, eppure così contaminato dal prime time – e tutto torna a non sorridere

Scena per scena, poniamo il caso, “Cime tempestose” del ’56 viene prima raccontato e poi analizzato. Il conduttore si accompagna a due giovani attori che ne discutono con la giusta dose di ammirazione e rottura di scatole. Perché un giovane, beninteso, deve rompersi le scatole davanti a un Cime tempestose ’56. Ma poi dovrebbe avere i mezzi interpretativi, e soprattutto logistici e produttivi in senso lato, per fare di meglio nel 2008.
E invece no. Suonala ancora, grande Leo.

7 Responses to “Cosa adoriamo di Pino Strabioli”


  1. 1 marta gennaio 27, 2008 alle 4:45 pm

    adoro il fatto che sa di cosa parla,che col maestro cita vecchi mondi e ci fa ridere di cuore, adoro le sue interviste mai banali,morbose o spocchiose, adoro il fatto che non lo si vede saltellare in altri programmi…

  2. 2 ruggero gennaio 27, 2008 alle 11:12 pm

    adoro il maestro che canta la sirena,che canta di ivano disteso sul divano,che canta e ne frega di tutto e di tutti…adoro strabioli perche’ strabioli passa da orsini alla orsomando da moira a caposela, dalla cortese alla caprioglio, dalla fracci alla brescia, da luxuria a barbareschi…..come attraversando una strada!!!!!

  3. 3 aligeri nicoletta febbraio 13, 2008 alle 10:42 am

    sono una signora di 46 anni e mi piace molto il teatro pur non potendo andarci;trovo molto bravo pino strabioli come lo racconta in cosi poco tempo. lo trovo anche molto educato,rispettoso nel suo lavoro e non é poco in questa televisione cosi volgare.l unica nota negativa trovo che sia il “maestro:lo trovo per niente spiritoso anzi,alle v olte lo trovo poco rispettoso con gli ospiti e anche con gli omossessuali;sembra quasi che li prenda in giro.non capisco se ci fa o se lo é.comunque tornando a pino strabioli,gli faccio i miei complimenti!

  4. 4 marco mulas maggio 19, 2008 alle 9:36 am

    Ho altri gusti e interessi, non guardo quasi mai la televisione,(eccetto programmi d’informazione, notiziari e poco altro, stile Fazio e Dandini), non vado a teatro. La mia formazione culturale è più “classica” e “seria” (fra virgolette). Inoltre, le mie idee politiche fortemente di sinistra mi dovrebbero tenere lontano da certi programmi “leggeri”.
    Eppure, mi piace la vecchia televisione, gli sceneggiati, la musica leggera e melodica. Quindi anch’io adoro Pino Strabioli, educato, gentile, colto, competente, raffinato, onesto, ironico ed autoironico come pochi.
    Come meravigliarci che non abbia lo spazio che meriterebbe?
    Leo Sanfelice mi sembra un ottimo pianista. Non so se sia omosessuale (anche Strabioli potrebbe sembrarlo) o meno, in ogni caso non credo sia offensivo o becero, semmai ironico/autoironico, ma senza cattiveria. Accentua solo tono e mosse un po’effemminate (peraltro proprie solo di parte dei gay). Magari fossero solo queste le offese e discriminazioni che gli omosessuali subiscono! Divertente anche il modo in cui “fa quello che gli pare”, ignorando il conduttore.
    Mi sembra siano un’ottima coppia.
    Strabioli lo incrociai per caso in strada a Trastevere, ma non ebbi il coraggio di dirgli tutto questo. Rimedio ora…
    Scusate la prolissità.

  5. 5 marco mulas maggio 19, 2008 alle 9:40 am

    Scusate, aggiungo per completezza che ho 34 anni. Credo sarebbe interessante che tutti noi “strabioliani” indicassimo la nostra età

  6. 6 elena dicembre 1, 2008 alle 11:51 pm

    Salve,

    sono la cordinatrice del fan club ufficiale di Pino strabioli,
    se vuolete aderire il fan club è attivo nel Bog Myspace
    http://www.myspace/pinostrabiolifanclub
    e-mail: clubpinostra@tiscali.it
    Aderite||| Ciao

    Elena (coordinatrice fan club)

  7. 7 leo sanfelice dicembre 16, 2012 alle 9:57 am

    quella algeri,poveretta,non capisce nulla,e una poveretta


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Contatti

Potete scrivermi qui

Feed

Twitter

Badges

Blogarama - The Blog Directory Arts & Entertainment Blogs - BlogCatalog Blog Directory Sfondi Desktop Gratis per  Vista sfondo desktop

Mi avete fatto

  • 254,196 visite

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: