Il dottor House è stato un damerino londinese

La scena che preferisco di gran lunga, per ora, in tutte queste puntate che mi si sono rivelate da quando so che dai libri di P.G. Wodehouse nel 1990 fu realizzata una serie televisiva, intitolata “Jeeves and Wooster”, è la seguente.

Bertie Wooster, il giovin signore londinese che vive in simbiosi col suo valletto Jeeves (tanto acuto, sapiente, solutore che diede il nome a un motore di ricerca degli albori del web: “Ask Jeeves”), si trova a dover fare un’ambasciata per conto di sua zia Agatha, presso una camerierina che il fratello della zia, un vero Lord inglese, si trova a desiderare ardentemente di sposare.

Lo scopo della visita è quella di offrire cento sterline alla giovane perché rinunci a sposare il gentiluomo, dato il dolore che quell’unione provocherebbe nella sorella di lui. Bertie viene però accolto dalla madre della camerierina, che lo scambia per un medico e gli propone di esaminare un suo ginocchio dolorante, nonché gli propone di dare un’occhiata anche al suo didietro stagionato. E’ troppo per Wooster, che con una scusa più o meno galante delle sue, riesce a fare sapere nel modo più comico ed elegante possibile che è molto, molto lontano dall’essere un nuovo medico in servizio.

Perché tutto questo mi ha fatto morire dal ridere, più ancora che per il solo fatto di essere estremamente esilarante di per sé? Perché nient’altri che Hugh Laurie, l’uomo Doctor House, interpreta il giovane Wooster, ed effettua sul ginocchio della signora la sua prima diagnosi molto creativa della carriera da attore. Stracult è dire poco.

Spero presto di avere un qualunque motivo per parlarne nella mia rubrica di televisione sull’Opinione.

4 Responses to “Il dottor House è stato un damerino londinese”


  1. 1 paolomargari marzo 10, 2008 alle 10:05 am

    ma… ma…. lui è il dr. sapanizza da giovane!!! 🙂

  2. 2 venerablebidet marzo 10, 2008 alle 2:11 pm

    non oso immaginare gli sdoppiaggi che potrebbero fare di scene come questa..

  3. 3 dario marzo 10, 2008 alle 2:41 pm

    Purtroppo la TV italiana ha sempre importato poco dalla Perfida Albione, e quel poco capendolo male e trattandolo peggio (i Monty Python doppiati dal Bagaglino). Laurie, Fry, Rowan Atkinson (qui noto solo per Mr. Bean) sono i discendenti dei Monty Python, di Douglas Adams…


    O magari sono io che ho un senso dell’umorismo distorto 😉

  4. 4 venerablebidet marzo 10, 2008 alle 4:45 pm

    dario mio, i tuoi link mi hanno riempito di gioia.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Contatti

Potete scrivermi qui

Feed

Twitter

Badges

Blogarama - The Blog Directory Arts & Entertainment Blogs - BlogCatalog Blog Directory Sfondi Desktop Gratis per  Vista sfondo desktop

Mi avete fatto

  • 255,203 visite

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: