Come Giovanna Zucconi domò Battiato

giovanna zucconi

Domani – 1° maggio – in edicola sull’Opinione.

Gargantua di Giovanna Zucconi è un talk-show sui libri con grandi ospiti, anche performanti (come Stefano Benni della puntata di questa settimana, che si legge da solo che è un piacere), e una conduttrice leggermente troppo timida per sfondare.

Giovanna rappresenta in una Rai Tre sempre attenta alle minoranze l’estetica della compagna di università dai lunghi treni e dalle occhiaie malissimo nascoste, un’Anna dai capelli rossi senza neanche l’attrattiva dei capelli (che ora le sono biondi e a caschetto), ma tante letture da consigliare. Questo è un limite che non permette allo show di decollare quanto dovrebbe. Non che potrebbe in alcun modo competere con Cultbook di Stas Gawronski o a Tutto Volume di Daria Bignardi. Ma questi sono rispettivamente uno un programma di Rai Edu condotta da un paraculo di cultura e l’altro era una creatura di Daria Bignardi di troppi anni fa.

Per il resto, a Gargantua non manca niente: bella musica, suonata e cantata dal vivo, studio accattivante e grossi contatti con i tipici ospiti inospitabili, che non andrebbero da nessuna altra parte in televisione, e vengono qui perché non sanno esattamente di cosa si tratti. E’ suggestivo l’ingresso di questi ospiti tutti in coro, insieme alla conduttrice e a qualche orchestrale, fra cui non c’è il sosia di Franco Battiato e del citato Benni, ma loro due in carne ed ossa, che probabilmente non si parlerebbero neanche se imprigionati insieme da mesi in casa della Zucconi con la Zucconi. Ma il bello di questo – manco a dirlo – pantagruelico contenitore di cultura è proprio quello di saper mescolare apparentemente male le distanze più evidenti, e poi intervistare proprie redattrici mentre la tensione cala o sale secondo l’umore di Battiato.

Non sappiamo quanto egli sia stato felice di sentirsi dare del tu dalla conduttrice, ma fattosta che ha risposto alle prime due domande dicendo che, dal momento che non si sentiva abbastanza stimolato, non gli andava di dire niente. Dunque un discreto recupero sulle aspettative di questo musico siciliano che riesce a vincere i complessi di cui la natura lo ha dotato solo sulla poltrona di Fazio o quando viene imitato da Fiorello.

Ed è proprio qui che la Zucconi comincia a paraculeggiare, e guadagna infinite posizioni nella considerazione di tutti. Chiede a Battiato se può essere uno stimolo ascoltare se stesso, “una tua bellissia canzone”. Sempre quel tu sfottente e perverso, che stavolta assume una dimensione anche torturatrice che va tanto meglio di quella solo poco rassicurante di qualche attimo prima.
Il video è quello di Voglio vederti danzare, Battiato vi è giovanissimo e nello studio ride come un bambino scoperto con le mani nella marmellata scaduta.

Si va avanti con Giorgio Celli che parla di api e del loro affascinante, paziente, perfetto lavoro per mezzo del suo ultimo libro e di un altro redattore ex-machina della Zucconi, che prende il controllo della situazione, che quando il coreografo Emio Greco aveva preso a non parlare di taranta con Battiato era effettivamente un po’ sfuggita di mano.

2 Responses to “Come Giovanna Zucconi domò Battiato”


  1. 1 augusta maggio 29, 2008 alle 7:28 pm

    come contattare e scrivere a giovanna zucconi?

  2. 2 luciano basso settembre 24, 2008 alle 7:12 pm

    Se possibile si può avere la mail di Givanna Zucconi,grazie. M°Luciano Basso


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Contatti

Potete scrivermi qui

Feed

Twitter

Badges

Blogarama - The Blog Directory Arts & Entertainment Blogs - BlogCatalog Blog Directory Sfondi Desktop Gratis per  Vista sfondo desktop

Mi avete fatto

  • 254,196 visite

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: