Nostra Senette del varesotto

Domani sull’Opinione

Ah, Francesca Senette! Non si può stare né senza di lei su Rete 4, né con lei su Rai Due. Eppure, come rispettando una di quelle infallibili, cosiddette leggi del pessimismo di Murphy, è proprio questa la situazione che i palinsesti italiani propongono allo spettatore di questo autunno. La conduzione dell’Italia allo specchio (alle 14.40, dal lunedì al venerdì significa molte cose per la giornalista. Prima di tutto, l’addio a quella sorta di aura di stagismo d’alto bordo che incorniciava le sue impressioni video presso Emilio Fede.

In secondo luogo, l’addio della fascia del primo pomeriggio di Rai 2 all’atmosfera leggera e ammiccante dell’Italia sul 2, in favore di una cappa pesante e relativamente giustizialista, oltreché piuttosto poco credibile a quell’ora e con quei mezzi (le minifiction ricostruttive di coltellate, rapine, sparatorie). Gli spettatori in dubbio se darsi o no a Uomini e donne, sono avvertiti. Morale della favola: la Senette, da una parte, perde di colpo la dose esatta di credibilità che aver condotto per anni la rubrica Sipario del Tg4 poteva comportare; gli spettatori perdono il minimo intrattenimento che le loro speranze su Milo Infante che finalmente si decideva a provarci con Monica Leofreddi potevano comportare.

Abbastanza infighita dal suo blog ultra-gloss – e dall’odore forte di mastoplastica – Francesca, dunque, tanto fa sentire la sua mancanza al pubblico del Tg4 (anziani in cerca di opinioni forti, giovanotti di mezz’età in cerca di emozioni deboli), quanto la sua presenza a quello di Rai 2 (anziani in cerca di emozioni forti, giovani in cerca di opinioni debolissime).
Tratta le marchette all’Isola dei famosi come un affare di stato, e gli affari di stato come marchette al politico ospite di turno.

Ma quel che è peggio è che è nata nel varesotto, ma intepreta l’idea di accento e linguistica milanese di successo come una studentessa in corso dello Iulm. Realizza metafore sugli aperitivi nel corso di interviste delicate; abusa della preposizione semplice “in” nei complementi di stato in luogo anche quando sarebbe preferibile, o obbligatoria, una preposizione articolata; quando ha un’idea brillante per sintetizzare un concetto silenzia tutti e grida: “copertina!”, suggerendola a un direttore di giornale in studio dal naso turato e piuttosto infastidito.
Del suo programma, quello che non può che restare memorabile sono proprio le ricostruzioni di sinistri di cui accennavamo sopra.

Giovani attori, pizze fredde, calzoni, e tutti i mezzi disponibili sono impiegati al massimo delle loro possibilità per la riduzione scenica di rapine aizza-vecchie di alta qualità e comicità, ci si augura, insperata.

Solo, si ha spesso qualche difficoltà a rappresentare i personaggi dei cattivi albanesi o romeni, perché nelle colluttazioni coi piccoli e medi imprenditori lombardi cui vogliono sottrarre ogni bene e coniuge, spesso si lasciano andare in gergalismi da piccoli e medi imprenditori del triveneto, con le conseguenza dal punto di vista della perdita di drammaticità che non vi stiamo a dire.

4 Responses to “Nostra Senette del varesotto”


  1. 1 GIGI settembre 30, 2008 alle 11:01 am

    a me sembrano stronzate.
    il format dell’italia allo specchio è sicuramente quello che è
    ma la senette è credibile, con gli attributi, carina e sa stare in video,.
    cacchio vogliamo in più?
    mi sembra che non siamo mai contenti

  2. 2 ASIA settembre 30, 2008 alle 1:03 pm

    confermo, a me piace moltissimo.
    finalmente un conduttrice dotata di CERVELLO
    HAAAAAAA incredibileeeeee

  3. 3 Marco ottobre 5, 2008 alle 7:57 pm

    Seguo Italia allo Specchio dal primo giorno e, sebbene il programma non sia da strapparsi caoelli nè da tagliarsi le vene, la senette è migliorata day by day.
    Ogni giorno sempre più sicura di sè, più brava, più simpatica.
    Sono in disaccordo completo su tutto tranne che sui documentari soap opera, che non amo in modo particolare nemmeno io.

  4. 4 Alexandra ottobre 21, 2008 alle 7:47 pm

    La “conduzione” (se così vogliamo definirla) della Senette non è per niente apprezzabile: una conduzione approssimativa e ancora immatura.A parte il fatto che secondo me il nome del talk pomeridiano doveva essere immutato dato ke il suo contenuto è praticamente identico a quello dell’Italia sul due, la Senette conduce con quegli occhi fuori dalle orbite per lanciare i soliti servizi riguardanti l’isola dei famosi..Inoltre si vede che ha problemi di impappinamento quando parla.A me non piace, e pare ke condividano questo mio pensiero anche molti italiani, dato ke lo share del programma è del 12%.Altro ke Italia allo specchio, dovrebbe chiamarsi “Italia alla deriva..(si dell’isola dei famosi!)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Contatti

Potete scrivermi qui

Feed

Twitter

Badges

Blogarama - The Blog Directory Arts & Entertainment Blogs - BlogCatalog Blog Directory Sfondi Desktop Gratis per  Vista sfondo desktop

Mi avete fatto

  • 254,235 visite

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: