Uomini e donne, strage linguistica e morale

Domani su l’Opinione

Ogni tanto, forse, vale la pena di tornare a guardare Uomini & Donne, come parenti di vittime di gravi delitti irrisolti che sentano il bisogno di rivedere, di tanto in tanto, la scena del crimine. Del resto, molto spesso, parenti di vittime di Uomini & Donne lo siamo davvero.

Questo programma, più che di un semplice delitto, è il reo confesso di una strage: linguistica, spesso morale, a volte semplicemente esistenziale, per centinaia di migliaia di adolescenti di ogni età, estrazione e pronuncia della parola “love”. Una disgrazia, quella di guardare con attenzione Uomini & Donne, che non risparmia certo laureati, anche in università pubbliche e, quel che stupisce maggiormente, anche diversi adulti non del tutto vaccinati, che scorgono nelle lunghe “esterne” e nel gergo da appuntamento galante 2008 che è l’ossatura della trasmissione, un Manuale d’amore che sia più attuale e meno doloroso o divertente da applicare rispetto a quelli diretti da Giovanni Veronesi.
C’è poco da dire sulla struttura del programma che non si sappia già, e che non si dispressi già.

Eppure, nei pomeriggi d’autunno, non è impossibile scorgere intere camere doppie di bocconiane – dal discreto tempo libero, e dalla notevole disponibilità economica e di fascino (alcune, si dice, somigliano persino alla velina bionda) – intente a far finta con se stesse di leggere Diva & Donna, mentre non fanno altro che guardare la De Filippi. Quando se lo confessano a vicenda, diventano amiche per la vita.

Quello che avviene in scena, è presto detto. Uomini o donne che rispondano ai gusti della conduttrice, a turno, si posizionano al centro dello studio, e attendono che esponenti del sesso opposto usino argomentazioni atte a chiarire a tutti (corteggiatori, tronisti, figuranti, e pubblico tutto) quanto di fatto li desiderino sessualmente e sentimentalmente, nel caso approfondendo in appuntamenti in giro per Roma, ripresi dalle telecamere. In pratica, è una rappresentazione del disvelamento della spacconata, della menzogna o, in genere, della stronzata da corteggiatore, trasmessa in televisione, per anni ed anni.

Alle spalle dei troni campeggia una sorta di minaccia, o di memento mori della televisione – già in fase terminale, del resto – sovraesposto nell’atto stesso del principale tentativo della sua dissoluzione, Maria De Filippi: “Cristian e Federico sceglieranno la donna che potrà essere la compagna della loro vita”.

I tronisti sono sempre accompagnati sempre da Gianni Sperti e Tina, che ne rappresentano in qualche maniera eccentrica e a tratti inquietante il futuro, nel caso veramente le loro cose professionali vadano per il verso giusto. Non osare immaginare come potrebbe andare in caso andasse male è uno degli hobby principali dei protagonisti di questo show.

Novità di quest’anno: sempre più, bisogna ammettere delle piccole medie epifanie di realtà fanno breccia nel cielo di cartavelina che tutto osserva, e tutto perdona, in un clima in cui la licenza poetica è usata anche in prosa. Esempio: una nunzia del pubblico, in studio, accenna al fatto che il tronista Federico non si capisce bene perché sia a farsi corteggiare lì, dalla De Filippi, quando al suo paese è già uno dei più ambiti e trombacchioni. Per un attimo lo sguardo di Federico si inalbera come da copione; fa per controbattere alla sua rivale quando, tutt’a un tratto, il sopracciglio depilato si distende e risponde, ormai quasi sorridendo: “Che, ma te sei de Bracciano?”.

1 Response to “Uomini e donne, strage linguistica e morale”


  1. 1 Giuliano Capani ottobre 2, 2008 alle 1:21 am

    LA GRANDE FAMIGLIA ‘COSTANTE’
    Ricorderai, tu che sei attento ai fatti televisivi, che uno dei primi programmi a fare scendere in campo i giovani fu quello condotto da Marta Flavi (allora compagna del Costanzo Maurizio) e che fu spazzata via dall’intraprendente e gracchiante De Filippi la quale, oltre che il posto di conduttrice le soffiò anche quello di consorte del gran patron.
    questo Maurizio Costanzo ha chiuso il cerchio! Nelle sue trasmissioni sempre la solita gente e situazioni sempre più minimaliste.
    Ma il tutto non è a caso. Il tipo di trasmissione che hai scelto di prendere in esame è proprio il concentrato della filosofia dei nostri tempi. Una televisione che non lascia spazio al pensiero e alla riflessione e che, dopo aver visto un programma, rimani più fesso di prima.

    È sul pettegolezzo, sullo spiare, sulle relazioni basate nell’avvenenza e qualche volta anche sul bullismo (valori non certo molto edificanti delle umane attività)che si basano questo tipo di trasmissioni, Grande fratello e Isola dei famosi compresa. Ma son sempre loro gli ‘attori’ di queste farse che richiamano ogni giorno milioni di spettatori.

    Forse dovremmo chiederci il perché…?!?

    Non scappa nessuno… ahimè non c’è istruzione che tenga: dalla casalinga alla Bocconiana… son tutti lì uomini e donne. Cosa cercano?

    C’è da dire che lo zapping è limitato dato che la scelta non è poi tanta, ma secondo me c’è di più.

    In un momento come questo di insicurezza quasi totale, di valori sperduti, di una scuola di ogni ordine e grado che non da risposte e, quel che è peggio, non è in grado di ascoltare le grida disperate di solitudine… forse una consolazione può essere quella di vedere e proiettarsi in storie che sono completamente fuori della realtà ma nelle quali ci farebbe piacere esserci.

    Ma, come si sa, il sonno della ragione genera….mostri

    Ecco, questi sono I NUOVI MOSTRI.

    Ci vorrebbe un altro Dino Risi per raccontarli… ma, forse, abbiamo perduto anche l’ironia per poterlo fare.
    Giuliano Capani


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Contatti

Potete scrivermi qui

Feed

Twitter

Badges

Blogarama - The Blog Directory Arts & Entertainment Blogs - BlogCatalog Blog Directory Sfondi Desktop Gratis per  Vista sfondo desktop

Mi avete fatto

  • 254,702 visite

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: