La Rai gioca alla mamma su YouTube

Anticipazione di un pezzo di domani su l’Opinione.

Il lento processo di avvicinamento dell’antica Rai al web compie in questi giorni un’accelerata talmente decisa che perfino i giornalisti de la7, la prima della classe nel settore, potrebbero cominciare a sentire una discreta quantità di fiato sul blog.

Già un anno fa la Rai si era dotata della chicca di un account YouTube da “director”, cioè personalizzato col proprio logo e i propri contenuti – a dire il vero, però, fino a ieri ancora decisamente scarni e poco interattivi. Una sorta di Blob “ottimista e di sinistra”, solo apparentemente personalizzabile dall’utente, nei suoi corsi e ricorsi di servizi chiave dei tg e backstage di infotainment dai nomi poco usati.

Da oggi le cose cambiano, e di molto. Il nuovo accordo Rai-YouTube (e dunque Rai-Google) prevede una distribuzione decisamente massiccia di contenuto online: saranno presenti anche programmi relativamente interessanti, e ben oltre il vetusto limite della clip da 2-3 minuti. Inoltre, lo spazio sarà suddiviso in canali tematici, di modo che i bambini che ne usufruiranno – certamente, ben prima e più efficacemente dei loro genitori – possano evitare con accuratezza di guardare i cartoni animati loro riservati.

Per le malelingue, si trattava ormai dell’ultima risorsa per Google per non incorrere, anche nei confronti della Rai, nei soliti problemi di violazione sistematica di copyright, da parte degli utenti di YouTube. Così, anche la Rai diventa utente, e caricare ghiotti spezzoni dall’Isola dei famosi, perfino di quelli con nipple slip (tecnicamente: scapezzolamento), non sarà più prerogativa esclusiva e illecita di studenti di scienze della comunicazione a riposo, ma di abili dipendenti di Piero Gaffuri, il direttore di Rai Nuovi Media. Lo stesso Gaffuri dà il benvenuto agli ospiti della sua pagina YouTube in un inglese stentatissimo, di persona.

Per avere un’idea di quanto lunghe e pionieristiche possano essere le battaglie legali che conseguono a prese di posizione contro la democratica e scroccona grande Rete, non bisogna mettere il naso molto più lontano di Cologno Monzese, perché Mediaset ne sta combattendo una da diversi mesi. L’obbiettivo è far sì che YouTube cancelli il made in biscione caricato sui propri server, per poi finire senz’altro per firmare un accordo simile a quello Rai, magari dopo i necessari mesi di sensi di colpa.

La verità è che operazioni come quella della Rai non possono che fare bene al destino della televisione. Significano pubblicità a bassissimo costo per contenuti che non sarebbero comunque visti da nessuno. Rappresentano una visione di pari opportunità per tutti i numerosissimi, piccoli produttori di contenuti audiovisivi, che si ritrovano davanti agli occhi la visualizzazione concretissima dei propri effettivi poteri e limiti: competere, non solo simbolicamente, con gli stessi strumenti, pagina contro pagina, visite contro visite, con un network storico e un tempo monopolista.

Come quando anche i giornalisti di un “certain regard” (o retard) cominciarono a darci sotto con i blog, un mezzo libero e disponibile a tutti, che non godette di vero prestigio finché non venne usato anche da chi, di norma, ucciderebbe o ha ucciso a più riprese volte la propria madre, pur di avere spazio in altri contesti comunicativi.

1 Response to “La Rai gioca alla mamma su YouTube”


  1. 1 Nemo ottobre 16, 2008 alle 1:54 pm

    C’è da sperare che gli studenti di scienze della comunicazione non siano più a riposo allora 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Contatti

Potete scrivermi qui

Feed

Twitter

Badges

Blogarama - The Blog Directory Arts & Entertainment Blogs - BlogCatalog Blog Directory Sfondi Desktop Gratis per  Vista sfondo desktop

Mi avete fatto

  • 254,235 visite

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: