Carramba che programma

Sull’Opinione.

Carramba che fortuna, pur essendo un programma intrinsecamente consegnato all’epoca del reality, continua ad essere una delle trasmissioni italiane più classiche e rigorose.
E si badi che quello che più conta, riferendosi a Raffaella Carrà come ad un prodotto tradizionalista, non solo non c’è alcuna, seppure vaga, accusa di anacronismo, ma nemmeno una qualche taccia di operazione retrograda o nostalgica, sotto-culturale e non.

Carramba è come deve essere e come è sempre stato. Probabilmente, uno show che non avrebbe voluto e potuto commuovere tanto, se, ad esempio, fosse stato prodotto solo nei tardi anni ’70 e primi ’80. Ma che, se invece è sugli stomaci e non solo sugli occhi dei suoi fan che deve fare presa – se, dunque, si deve pur fondare su una necessaria spettacolarizzazione delle emozioni, altrimenti private, di gente comune – lo fa più con un spirito di vecchia guardia decadente che anticipa, piuttosto che di grigia attualità – scadente – che indietreggia.

La sigla è semplicemente strepitosa: un manifesto di resistenza alla mancanza di sincerità e di talento della televisione contemporanea. Il trionfo 2008 della finzione scenica, del piccolo medio artificio linguistico dietro ogni sipario, ogni trucco di una soubrette che, forse, solo in questa stagione della sua vita può trionfare del tutto, perché sempre più parte anch’ella, in prima persona, di una messa in scena essenziale che si va dimenticando: la menzogna infinita e demiurgica dello spettacolo.

Veri ballerini si muovono per un vero palco, e tutti sanno di mentire su ciascun elemento grammaticale del loro percorso salterino sulle travi. Sulla loro età, sul loro talento effettivo, sulla loro altezza e sul loro futuro, che spesso sarà infinitamente più noioso ed accademico di quello che ciascuna spettatrice sotto i 30 spera; ma comunque un bel po’ più avventuroso di quello che si aspetterebbero le rispettive madri. Eppure, magicamente, tutto funziona alla perfezione, per via di quell’insensata fiducia che gli si tributa, soprattutto da lontano, e che sia chiama fascinazione. Nessuno di loro compie gesti verosimili o in qualche modo quotidiani, nemmeno vagamente reali; ma proprio per questo realizzano l’unico reality show possibile: quello che mostra la meravigliosa mistificazione del mondo dello spettacolo, le idee che ci ispira, le critiche che si fa muovere.

Quando compare Raffaella, è più giovane della sua prima apparizione da piccola bolognese bionda. Un arco di trionfo video le restituisce le immagini più raffaellesche della sua carriera, e neanche per questo appare per un istante più anziana di quello che non è, semidea dei commentatori del suo blog Rai, mistilinea versione di tutto quello che non si potrà mai essere a casa, e per questo si vuole avere sullo schermo.

Il programma potrebbe anche finire qui. O, meglio, inziare con questa sigla e finire con l’altra, quella di chiusura, senza per questo smettere di essere anche il programma più profondo che esista dalle nostre parti, con l’eccezione forse di qualche puntata di Otto e mezzo in cui Lilli Gruber parla meno, e tutte le apparizioni di Philippe Daverio.

1 Response to “Carramba che programma”


  1. 1 credit giugno 5, 2016 alle 4:49 pm

    With havin so much written content do you ever run into any problems of plagorism or copyright infringement?

    My website has a lot of exclusive content I’ve either authored myself or outsourced but it looks like a lot of it is popping it up
    all over the internet without my authorization. Do you know any techniques to help
    prevent content from being stolen? I’d truly appreciate it.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Contatti

Potete scrivermi qui

Feed

Twitter

Badges

Blogarama - The Blog Directory Arts & Entertainment Blogs - BlogCatalog Blog Directory Sfondi Desktop Gratis per  Vista sfondo desktop

Mi avete fatto

  • 255,072 visite

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: